Pasolini e la forma della città

7 maggio 2013

Pasolini nel 1973 s’interrogava sull’evoluzione delle città in Italia e nel mondo e così facendo criticava il rapporto distruttivo della modernità consumista con il passato. Il suo estetismo conservatore, anche là dove può risultare non condivisibile, segnalava precocemente la mancanza di un progetto sullo spazio e sui luoghi, e il venir meno di categorie funzionali e formali nella definizione di bellezza.

(Il video che segue, Pasolini e… “la forma della città”, pubblicato su YouTube, è tratto dalla serie RAI “Io e…”, un programma di Anna Zanoli, regia di Paolo Brunatto.)