Salta al contenuto

Categoria: Cinema

Note e recensioni su film, attori e registi della storia del cinema e del cinema contemporaneo italiano e internazionale

La distanza del figlio

17 Ottobre 2020

Articolo: La distanza del figlio, il Fatto Quotidiano, 20 maggio 2013 Lo sapevo che non sarei dovuto entrare, qui, nella stanza del figlio. Ma non ce l’ho fatta, è stato più forte di me. Ho sempre ceduto alle mie paure, ci ho costruito sopra la mia intelligenza, le mie battute, che sono diventate le battute di un…

I commenti sono chiusi

Officina Pasolini, Mambo

16 Ottobre 2020

Recensione alla mostra: Officina Pasolini, Bologna, Mambo, 18 dicembre 2015 – 28 marzo 2016 Più difficile che scrivere una biografia d’artista o produrne un equivalente cinematografico, una mostra dedicata a Pier Paolo Pasolini, contaminatore di linguaggi per vocazione e consapevole scelta, rischiava di assemblare i materiali più disparati senza fornire una chiave di lettura, soprattutto a chi…

I commenti sono chiusi

L’intreccio e il tema

Articolo: L’intreccio e il tema. Qualche riflessione su Tale of Tales di Matteo Garrone, Cattedrale.eu, 2015 Ispirato ai tre racconti, La cerva fatata, La vecchia scorticata e La pulce, racchiusi nella prima giornata del pentamerone di Giambattista Basile, Lo cunto de li cunti, pubblicato postumo tra il 1632 e il 1634, il film di Matteo Garrone ha operato una scelta, fra le…

I commenti sono chiusi

Recensione a “Officina Pasolini”

10 Marzo 2016

Più difficile che scrivere una biografia d’artista o produrne un equivalente cinematografico, una mostra dedicata a Pier Paolo Pasolini, contaminatore di linguaggi per vocazione e consapevole scelta, rischiava di assemblare i materiali più disparati senza fornire una chiave di lettura, soprattutto a chi vi si accosta senza particolare preparazione, ma con il mito ingombrante di…

I commenti sono chiusi

L’intreccio e il tema. Qualche riflessione su “Tale of Tales” di Matteo Garrone

10 Giugno 2015

Ispirato ai tre racconti, La cerva fatata, La vecchia scorticata e La pulce, racchiusi nella prima giornata del pentamerone di Giambattista Basile, Lo cunto de li cunti, pubblicato postumo tra il 1632 e il 1634, il film di Matteo Garrone ha operato una scelta, fra le tante possibili, che risulta coerente nella forma narrativa e…

I commenti sono chiusi

Durezza e incanto

3 Giugno 2014

Qualche giorno fa ho visto il film Le meraviglie di Alice Rohrwacher. Daniela Brogi ne ha fatto una recensione molto puntuale e bella su Leparoleelecose, sottolineando come sia la terra fantasmatica dell’adolescenza il fulcro del racconto di Gelsomina, la giovane protagonista che vive in un casolare fra Toscana e Umbria, con la famiglia, tre sorelle…

1 commento

La distanza del figlio

26 Maggio 2013

Lo sapevo che non sarei dovuto entrare, qui, nella stanza del figlio. Ma non ce l’ho fatta, è stato più forte di me. Ho sempre ceduto alle mie paure, ci ho costruito sopra la mia intelligenza, le mie battute, che sono diventate le battute di un terzo del Paese: un popolo di pavidi saputelli. Ad…

I commenti sono chiusi

Pasolini e la forma della città

7 Maggio 2013

Pasolini nel 1973 s’interrogava sull’evoluzione delle città in Italia e nel mondo e così facendo criticava il rapporto distruttivo della modernità consumista con il passato. Il suo estetismo conservatore, anche là dove può risultare non condivisibile, segnalava precocemente la mancanza di un progetto sullo spazio e sui luoghi, e il venir meno di categorie funzionali e formali nella definizione di…

I commenti sono chiusi

L’oscenità della morte

27 Aprile 2013

Articolo: L’oscenità della morte, Le parole e le cose, 17 ottobre 2011 1. Da un po’ di tempo a questa parte morire sembra diventato un reato; a voler essere un po’ meno iperbolici, è diventato un fatto straordinario che la percezione collettiva comune ha fretta di rimuovere, o all’opposto, ma si tratta delle due facce della stessa medaglia,…

I commenti sono chiusi