Salta al contenuto

Alessandra Sarchi Post

Le conseguenze delle parole

17 Agosto 2018

Era da tanto tempo che volevo scrivere due righe sulle conseguenze delle parole. Mi ritrovo a farlo in un momento davvero tragico e disperante: il crollo del ponte Morandi a Genova e la deriva antiistituzionale, xenofoba e antidemocratica, coi respingimenti dei migranti via mare, che l’Italia va assumendo negli ultimi mesi. Mi colpisce come i…

I commenti sono chiusi

Il ’68, la rivoluzione sessuale e due grandissimi scrittori: Updike e Roth

31 Maggio 2018

Una cittadina dal nome inventato, Tarbox, come ce ne sono tante a venti miglia da Boston, sulla costa ricca ed esclusiva del Maine, un gruppo di amici composto da famiglie con bambini, accanite partite di tennis e lunghi pomeriggi in spiaggia d’estate, sci d’inverno, e continue feste, al chiuso o all’aperto, anche durante la settimana,…

I commenti sono chiusi

La bastarda della Carolina

30 Aprile 2018

La bastarda della Carolina di Dorothy Allison (trad. it. di Sara Bilotti, minimum fax 2018) è la storia di sopravvivenza di una piccola e fierissima eroina, un’epica femminile di attraversamento della più feroce e subdola violenza patriarcale ambientata negli anni Cinquanta, in un Sud degli Stati Uniti povero e ignorante, ma che potrebbe benissimo accadere,…

I commenti sono chiusi

Idee e romanzo

19 Marzo 2018

La vita non accade per idee. Io tuttavia per capirla, o forse per domarne l’irruenza, ho sempre fatto ricorso alle idee, al loro potere di chiarire, dividere, esemplificare, sintetizzare. Ciò non toglie che esista sempre un divario fra il come le idee viaggiano, e vengono espresse, e come la vita s’incarna. Forse questo è lo…

I commenti sono chiusi

La vita dei libri

9 Febbraio 2018

Vasari nella vita di Leon Battista Alberti, che era architetto ma anche letterato, dice che “i libri agevolmente vanno per tutto; e per tutto s’acquistano fede; purché e’siano veritieri e senza menzogne”. Vasari aveva presente un mondo molto diverso dal nostro, ma anche se i meccanismi per cui i libri diventano famosi o portano fama…

I commenti sono chiusi

Non so perché non ho fatto il pittore

29 Dicembre 2017

Di che cosa è fatto l’immaginario figurativo di uno scrittore contemporaneo italiano? In maniera un po’ massimalista, si potrebbe rispondere che è in larga parte globalizzato, televisivo, cinematografico e digitale, raramente nutrito di un rapporto diretto con gli artisti. In poco più di un cinquantennio si è realizzato ciò che Alberto Moravia preconizzava su Nuovi…

I commenti sono chiusi

Mirare al bersaglio

7 Novembre 2017

“Ho sognato piccioni. Uno stormo di piccioni in volo, come quelli che ci sono all’università, ricordi?” Giacomo guarda sua madre, spalancando gli occhi dietro le lenti che ingrandiscono le iridi azzurre, come se dovesse acciuffare lì, in quello spazio, l’immagine dei volatili di cui gli sta parlando. Poi si alza dal tavolo della colazione, sposta…

I commenti sono chiusi

Del perdere

14 Settembre 2017

Allenata a superare sempre col massimo dei voti gli esami scolastici, a vincere i concorsi e le competizioni quest’anno ho perso un premio letterario importante come il Campiello. Intendiamoci: già entrare nella cinquina è stata una vittoria, e l’intera esperienza di presentazioni, di incontro con il pubblico, di prossimità con gli altri autori non priva…

1 commento

Il fascino dell’elenco

2 Agosto 2017

Decine e decine di volti sgranati nell’ingrandimento da vecchie fototessera in bianco e nero, scatole di latta sovrapposte a costruire uno schedario dei morti e dei dispersi dell’Olocausto, centinaia di abiti dismessi ammucchiati in carrelli o distesi al suolo, e ancora occhi anonimi stampati su tele chiare che ondeggiano al passaggio del visitatore, volti di…

1 commento

“La notte ha la mia voce” finalista al Campiello

31 Maggio 2017

Nei prossimi mesi questi saranno i miei impegni(incontri con la cinquina finalista del premio): Giugno Martedì 20, ore 18.30Venezia, TIM Future Centre Mercoledì 21, ore 20.45Cornuda (TV), Tipoteca Martedì 27, ore 17.00Milano, Armani/Silos Mercoledì 28, ore 18.30Modena, Sala Leonelli Giovedì 29, ore 21.00Catania, Castello Ursino Luglio Mercoledì 5, ore 18.00Gubbio (PG), Convento di San Francesco…

I commenti sono chiusi

Pavone e rampicante. Vita e arte di Mariano Fortuny e William Morris

2 Maggio 2017

Cosa lega Mariano Fortuny e William Morris? Apparentemente non molto, eccetto il fatto di aver prodotto entrambi, come parte di un’attività artistica e artigianale ben più estesa, stoffe decorate e ricamate con sontuosi motivi ornamentali divenuti famosi in tutto il mondo. Mariano Fortuny (Granada 1871 – Venezia 1949) nasce in seno a una facoltosa famiglia…

I commenti sono chiusi

La voce del corpo

6 Aprile 2017

Ho scritto un romanzo, La notte ha la mia voce, che vuole essere la storia di un corpo e molte volte, durante la sua stesura, mi sono domandata cosa legittimasse la mia esperienza soggettiva a iscriversi in un orizzonte più ampio, che fosse significativo per tutti, non solo per chi ha attraversato situazioni estreme e…

1 commento

Storie di corpi

16 Marzo 2017

Il corpo di ciascuno porta scritta in ogni sua cellula la propria storia. Da piccola, sugli otto o nove anni, amavo saltare un muretto basso, insieme a mio fratello e ad altri compagni di gioco. Un giorno caddi sullo spigolo di cemento vivo e mi tagliai il ginocchio. Sangue, dolore acutissimo, quattro punti di sutura…

1 commento

Il sapere del romanzo

3 Febbraio 2017

La rivista Odradek dedica un numero al romanzo e alla conoscenza, questo è il mio contributo che trovate per intero al link sottoindicato. Ne riporto qui l’incipit. Spesso mi sono posta la domanda se i romanzi servano a conoscere e che tipo di conoscenza sia quella che eventualmente offrono. È una domanda che mi faccio…

I commenti sono chiusi