Salta al contenuto

Categoria: Paesaggio

Fisionomia di un territorio, interazione con l’uomo, percezione dell’ambiente e sua rappresentazione

Villaggi e ‘viaggi’ industriali in Emilia Romagna

16 Ottobre 2020

Articolo: Villaggi e ‘viaggi’ industriali in Emilia Romagna, Pagina 99, n. 12, marzo 2016 Da piccola, negli anni ’70, ho trascorso molti pomeriggi nel cortile di una fabbrica che produceva tappatrici per bottiglie e altri articoli da ferramenta. Mia madre lavorava lì come contabile e segretaria e se, dopo la scuola nessuno poteva badarmi, la…

I commenti sono chiusi

Villaggi e ‘viaggi’ industriali in Emilia Romagna

23 Aprile 2016

Da piccola, negli anni ’70, ho trascorso molti pomeriggi nel cortile di una fabbrica che produceva tappatrici per bottiglie e altri articoli da ferramenta. Mia madre lavorava lì come contabile e segretaria e se, dopo la scuola nessuno poteva badarmi, la seguivo in ufficio, due stanze con bagno al piano terra di una casa che…

I commenti sono chiusi

Sulla panchina

23 Settembre 2014

«La panchina è un luogo di sosta, un’utopia realizzata. È vacanza a portata di mano. Sulle panchine si contempla lo spettacolo del mondo, si guarda senza essere visti e ci si dà il tempo di perdere il tempo, come leggere un romanzo.» Così lo scrittore Beppe Sebaste, in un fortunato libretto della collana “Contromano” di…

I commenti sono chiusi

Silvia Urbini, Somnii explanatio

16 Giugno 2014

Recensione al libro: Silvia Urbini, Somnii explanatio. Novelle sull’arte italiana di Henry Thode, Viella, 2014 La storia dell’arte si è specializzata come disciplina di studio e di insegnamento in maniera esuberante lungo tutto il corso del Novecento, eppure dopo stagioni di ricerche accanite, di campagne di schedatura e catalogo del patrimonio sul territorio italiano purtroppo non…

I commenti sono chiusi

Durezza e incanto

3 Giugno 2014

Qualche giorno fa ho visto il film Le meraviglie di Alice Rohrwacher. Daniela Brogi ne ha fatto una recensione molto puntuale e bella su Leparoleelecose, sottolineando come sia la terra fantasmatica dell’adolescenza il fulcro del racconto di Gelsomina, la giovane protagonista che vive in un casolare fra Toscana e Umbria, con la famiglia, tre sorelle…

1 commento

L’iris selvatico

6 Febbraio 2014

a Bettina G. In questi giorni di fine inverno o principio di primavera – la cosa non è chiara poiché il clima è bizzarro – mi è capitato di scorgere margherite e viole sui bordi della strada. Se la troppa pioggia non le ha stramazzate, le teste bianche e viola si protendono verso il sole,…

I commenti sono chiusi

Fango

23 Gennaio 2014

In uno dei tanti video che circolano in questi giorni in rete sulle zone alluvionate nel territorio di Modena, ho visto due uomini a bordo di una barca a motore aggirarsi per il paese di Bomporto, sommerso dall’acqua fangosa: le case chiuse e allagate fino al secondo piano, i cassonetti dell’immondizia che vagano, le auto…

1 commento

Apollo e Dafne

11 Dicembre 2013

Nell’antichità greca alberi animali e fenomeni naturali erano spesso abitati da divinità o soggetti alla loro incredibile capacità metamorfica. Zeus poteva prendere le sembianze di pioggia d’oro o di nuvola per sedurre Danae o la ninfa Io. Atena si tramutava volentieri in nottola, per apparire ai suoi protetti, Artemide poteva farsi cerva e ingannare pastori…

Commenti

Prospettiva rovesciata

14 Novembre 2013

Quando ero una ragazzina, ma anche fino ai primi anni di università, ho macinato parecchi chilometri in bicicletta. Essendo nata e cresciuta in quella vasta pancia piatta che è il lato destro del Po, andare in bici significava esplorare un territorio in apparenza tutto uguale e che solo i canali, le file di pioppi e…

I commenti sono chiusi

Conoscere il proprio tempo è un problema di spazio

19 Maggio 2013

La settimana scorsa sono stata ospite dell’Associazione culturale Terraè di Pordenone per un incontro nella sala Degan della Biblioteca civica. Nonostante la concomitante presenza di Cacciari, che parlava al Teatro comunale dall’altra parte della strada, l’incontro è stato molto partecipato e interessante. Terraè aveva invitato anche Walter Lorenzon, presidente dell’Associazione nazionale costruttori edili della provincia…

I commenti sono chiusi

Pasolini e la forma della città

7 Maggio 2013

Pasolini nel 1973 s’interrogava sull’evoluzione delle città in Italia e nel mondo e così facendo criticava il rapporto distruttivo della modernità consumista con il passato. Il suo estetismo conservatore, anche là dove può risultare non condivisibile, segnalava precocemente la mancanza di un progetto sullo spazio e sui luoghi, e il venir meno di categorie funzionali e formali nella definizione di…

I commenti sono chiusi

Violazione

25 Aprile 2013

«Un corpo d’uomo, in un’ora imprecisata della notte, si sveglia inondato di sudore e di spavento. Ha le gambe e le braccia indolenzite, la testa pesante, fatica a tenere aperti gli occhi, come se fossero coperti da un velo d’acqua. Non sa nulla del luogo in cui si trova, del nome delle cose, o del proprio nome. Ma sa…

I commenti sono chiusi