Salta al contenuto

Categoria: Recensioni

Le mie recensioni su periodici e blog

Fernando Aramburu, Patria

16 Ottobre 2020

Recensione al libro: Fernando Aramburu, Patria, Guanda, 2017 La vita non accade per idee. Io tuttavia per capirla, o forse per domarne l’irruenza, ho sempre fatto ricorso alle idee, al loro potere di chiarire, dividere, esemplificare, sintetizzare. Ciò non toglie che esista sempre un divario fra il come le idee viaggiano, e vengono espresse, e come la…

I commenti sono chiusi

Non so perché non ho fatto il pittore

Recensione al libro: Non so perché non ho fatto il pittore. Scritti sull’arte 1934-1990, a cura di Alessandra Grandelis, Bompiani, 2017 Di che cosa è fatto l’immaginario figurativo di uno scrittore contemporaneo italiano? In maniera un po’ massimalista, si potrebbe rispondere che è in larga parte globalizzato, televisivo, cinematografico e digitale, raramente nutrito di un rapporto…

I commenti sono chiusi

Antonia Byatt, Pavone e rampicante

Recensione al libro: Antonia Byatt, Pavone e rampicante. Vita e arte di Mariano Fortuny e William Morris, Einaudi, 2017 Cosa lega Mariano Fortuny e William Morris? Apparentemente non molto, eccetto il fatto di aver prodotto entrambi, come parte di un’attività artistica e artigianale ben più estesa, stoffe decorate e ricamate con sontuosi motivi ornamentali divenuti famosi…

I commenti sono chiusi

Orlando furioso 500 anni

Recensione alla mostra: Orlando furioso 500 anni. Cosa vedeva Ariosto quando chiudeva gli occhi, a cura di Guido Beltramini e Adolfo Tura, Ferrara, Palazzo dei Diamanti, 24 settembre 2016 – 8 gennaio 2017  Cosa vedeva Ariosto quando chiudeva gli occhi. È il sottotitolo della mostra Orlando furioso 500 anni, curata da Guido Beltramini e Adolfo Tura che ha inaugurato…

I commenti sono chiusi

Emilia Bersabea Cirillo, Non smetto di avere freddo

Recensione al libro: Emilia Bersabea Cirillo, Non smetto di avere freddo, Iguana editrice, 2016 Una lettura impegnativa ha accompagnato la mia estate: Riconoscere è un dio. Scene e temi del riconoscimento nella letteratura, di Piero Boitani (Einaudi 2014). L’autore individua nel tema del riconoscimento un modello portante e una chiave per leggere moltissima della letteratura mondiale: da…

I commenti sono chiusi

Officina Pasolini, Mambo

Recensione alla mostra: Officina Pasolini, Bologna, Mambo, 18 dicembre 2015 – 28 marzo 2016 Più difficile che scrivere una biografia d’artista o produrne un equivalente cinematografico, una mostra dedicata a Pier Paolo Pasolini, contaminatore di linguaggi per vocazione e consapevole scelta, rischiava di assemblare i materiali più disparati senza fornire una chiave di lettura, soprattutto a chi…

I commenti sono chiusi

Andrea Tarabbia, Il giardino delle mosche

Recensione al libro: Andrea Tarabbia, Il giardino delle mosche, Ponte alle Grazie, 2015 Per lo scrittore che s’impegni a dar forma alla vita o alle imprese di un criminale il rischio di cadere nelle trappole della cronaca, con la inevitabile attrazione per il morboso e la manichea volontà di giustizia sommaria, è fin troppo presente. Non…

I commenti sono chiusi

Filippo Tuena, Memoriali sul caso Schumann

Recensione al libro: Filippo Tuena, Memoriali sul caso Schumann, il Saggiatore, 2015 In una gelida mattina di carnevale, il 27 febbraio 1854, il compositore Robert Schumann uscito di casa in vestaglia verde e pantofole si getta nelle torbide acque del Reno donde viene ripescato da alcuni astanti per essere riportato a casa e, nel giro di…

I commenti sono chiusi

Eva Taylor, Carta da zucchero

Recensione al libro: Eva Taylor, Carta da zucchero, Fernandel, 2015 In questi giorni così scossi dagli attentati di Parigi del 13 novembre scorso e dalla minaccia di un conflitto globale, anche questo libro che affonda le radici nella Germania della Seconda guerra mondiale ci ricorda che l’identità è frutto di relazioni umane, non di meri confini…

I commenti sono chiusi

Horst Bredekamp, Immagini che ci guardano

Recensione al libro: Horst Bredekamp, Immagini che ci guardano. Teoria dell’atto iconico, Raffaello Cortina Editore, 2015 Le immagini non sono manufatti inerti dotati, nel caso delle opere d’arte, di alta concentrazione estetica e puri valori formali ma agiscono su di noi; creano una dimensione mediale autonoma come il linguaggio, ma a differenza del linguaggio appartengono al…

I commenti sono chiusi

Nicola Gardini, Lacuna

Recensione al libro: Nicola Gardini, Lacuna. Saggio sul non detto, Einaudi, 2015 Come costruire un saggio intorno a una parola, dilatandola fino ad aggregarle intorno non solo concetti ed esempi, ma una vera e propria teoria estetica e letteraria? A questa sfida risponde in modo esemplare l’ultimo saggio di Nicola Gardini, Lacuna. Saggio sul non detto (Einaudi 2015).…

I commenti sono chiusi

Caterina Bonvicini e Alberto Garlini, L’arte di raccontare

Recensione al libro: Caterina Bonvicini e Alberto Garlini, L’arte di raccontare, Nottetempo, 2015 Suddiviso in dieci capitoli corrispondenti ad altrettanti temi, L’Arte di raccontare (Nottetempo 2015) è un’agile raccolta di interviste realizzate da Caterina Bonvicini e Alberto Garlini a dieci scrittori stranieri tra i più noti fra quelli tradotti in italiano. Nate come interviste pubblicate di volta in…

I commenti sono chiusi

Annie Ernaux, Gli anni

Recensione al libro: Annie Ernaux, Gli anni, L’orma editore, 2015 Prosegue la meritevole pubblicazione in Italia da parte della casa editrice L’orma dell’opera della scrittrice Annie Ernaux, molto conosciuta e affermata in Francia dove da un trentennio circa ha intrapreso una monumentale, quanto originale, narrazione autobiografica. Gli anni, uscito per Gallimard nel 2008, è dunque ora…

I commenti sono chiusi

Jerzy Kosinski, L’uccello dipinto

Recensione al libro: Jerzy Kosinski, L’uccello dipinto, minimum fax, 2015 L’uccello dipinto, The Painted Bird, di Jerzy Kosinski, scrittore ebreo polacco nato nel 1933 ed emigrato negli Stati Uniti nel 1957, suscitò enormi polemiche quando uscì nel 1965. Fu ritenuto al di là della Cortina di ferro un libro antinazionalista e ideologicamente pericoloso, tanto da venire censurato,…

I commenti sono chiusi

Maylis de Kerangal, Riparare i viventi

15 Ottobre 2020

Recensione al libro: Maylis de Kerangal, Riparare i viventi, Feltrinelli, 2015 Per Omero e i suoi contemporanei l’uomo non era unità ma aggregazione di organi tenuti insieme dal respiro. Ogni organo era sede di determinati sentimenti, di pulsioni, di forze che s’irradiavano agli arti. Quando Ulisse parla al proprio cuore e gli dice: “Sopporta, che hai…

I commenti sono chiusi